5 minuti

Come abbiamo più volte ricordato nel corso di precedenti articoli, la “SEO” è tutt’altro che morta anzi, aggiungo io, gode di ottima salute restando fortemente al centro delle attività di sviluppo di web marketing. La pianificazione di una strategia efficace infatti, si caratterizza, tra gli altri, da due elementi fondamentali: la realizzazione di un sito web adatto alle esigenze, al passo con le nuove tecnologie (Responsive mode) e da una attività SEO on page, appunto, che permetta di sviluppare visibilità al progetto web attraverso l’ottimizzazione dei contenuti favorendo il naturale processo di indicizzazione organica. Fortunatamente esistono soluzioni estremamente efficaci che rispondono in maniera specifica alle esigenze di ottimizzazione SEO. La migliore di tutte è probabilmente WordPress.

WordPress: un cms “seo” oriented

Come possiamo leggere dal sito italiano, “WordPress è una piattaforma di editoria personale allo “stato dell’arte” che si focalizza sull’estetica, sugli standard web e sull’usabilità”. WordPress è uno strumento che al tempo stesso è gratuito e senza prezzo per le sue infinite possibilità”. WordPress è utilizzata da oltre 50 milioni di siti web, ed è senza dubbio la migliore piattaforma di blogging mai costruita. Oggi non solo i blogger professionisti, ma molte aziende online e imprese di commercializzazione  lo adottano per promuovere il loro business sul web

Non mi soffermerò sul concetto di semplicità di utilizzo, ne sull’efficacia della tecnologia responsive dei template, ne tantomeno sulla gratuità che caratterizza in larga parte questo cms ed i suoi plug in aggiuntivi : vorrei invece evidenziare i vantaggi SEO caratteristici di questa piattaforma che, per chi non lo sapesse, oltre ad essere concepita sulla base di un codice fortemente ottimizzato sulla base delle linee guida di Google, è in grado di garantire ottimi livelli di posizionamento (rendendo facilmente accessibili ai motori di ricerca tutti i contenuti), grazie anche alla possibilità di integrazione di numerosi plug-in aggiuntivi in grado di migliorare ed enfatizzare le prestazioni in chiave SEO. Non dobbiamo dimenticare, infatti, che uno dei fattori di sviluppo delle attività SEO e quindi di web marketing è proprio quello legato ai cosiddetti fattori SEO ON PAGE (struttura del sito, dei contenuti e delle pagine), ovvero quella serie di ottimizzazioni strutturali e non che favoriscono lo sviluppo della visibilità sui motori di ricerca. Tra i tanti plug in disponibili una citazione a parte merita, dal mio punto di vista, WordPress SEO by Yoast

WordPress SEO by Yoast

WordPress SEO by Yoast  è uno dei plugin SEO in assoluto più popolari su internet che vanta oltre 11 milioni di downloads, un plugin capace di aiutare anche i meno esperti,  a risolvere praticamente tutti i problemi di ottimizzazione SEO onpageQuesto plugin è stato scritto da zero da Joost de Valk e il suo team Yoast per migliorare il SEO del tuo sito su tutti gli aspetti fondamentali. Con un unico plug in è possibile praticamente gestire ogni aspetto della SEO. Tra le funzioni supportate abbiamo la creazione delle sitemap XML e del file Robots (elementi fondamentali per Google) e l’analisi SEO di ogni singola pagina, caratterizzata da una quanto mai semplice gestione dei metadati ( Title, Description, etc), la gestione dell’ottimizzazione per i social e tanto altro ancora. WordPress Plugin Yoast include anche la possibilità di integrare i più recenti metadata di Facebook Open Graph e twitter in modo da rendere il tuo sito web più social .Ma la sua caratteristica più importante è l’analisi on page che è alimentata da Linkdex. 

Esistono numerosi tutorial in rete per rendere ancora più agevole l’uso di questo modulo il cui utilizzo comunque resta particolarmente agevole. Credo di poter affermare che si tratti del plug in più evoluto e completo in assoluto. 

 A  questo link è possibile visualizzare la guida ufficiale con tutte le specifiche per un uso corretto di tutte le funzionalità

 

L’ANALISI DELLA PAGINA DI WORDPRESS SEO BY YOAST

Come detto in precedenza, una delle caratteristiche più interessanti è senz’altro legata alla Page Analysis ovvero una funzionalità ch ogffre la possibilitò di testare in chiave Seo, ogni  singola pagina realizzata.

L'analisi della pagina di Yoast

Grazie all’integrazione nativa con la tecnologia di Linkdex, è possibile ottenere in maniera del tutto automatica una analisi SEO on-page, i cui risultati vengono dettagliati all’interno di una tab

Il semaforo di Yoast

 

Un utilissimo ambiente test molto efficace, gestibile anche da chi non ha particolari conoscenze tecniche,da utilizzarsi prima della pubblicazione degli articoli così da valutarne la qualità. Ecco un elenco sintetico dei  parametri controllati:

  • Ricorrenza della Keyword principale: praticamente è il dato che fa riferimento alla keyword density
  • Semplicità di lettura del testo:
  • Titolo: viene controllata la lunghezza del titolo. Yost suggerisce 70 caratteri c/a, un po più di quanto viene consigliato da altri strumenti di diagnostica (es: SeoMeter), Come noto non ci sono certezze in tal senso anche se sembrerebbe che Google abbia fissato a 55 caratteri il limite
  • Meta Description: Yost suggerisce di soffermarsi su questo elemento anche se sono in molti a sconsigliarne l’uso, soprattutto per non offrire vantaggi alla concorrenza. Dal mio punto di vista continuo a pensare che sia importante avere una Meta Description attiva e ben bilanciata (120/150 caratteri dovrebbero essere giusti)
  • URL
  • Heading Tag: Yost caldeggia l’uso dell’H2, per ottenere una separazione dei blocchi di testo dal resto dell’articolo. Un occhio anche al bilanciamento del tag H1 è consigliatissimo
  • Immagini: viene sostanzialmente verificata la presenza della parola chiave nell’alt dell’immagine
  • Link in uscita: i link in uscita soprattutto quelli rilevanti, che rimandano cioè a siti di particolare valore, hanno una notevole importanza
  • Lunghezza del dicumento :Yoast raccomanda un minimo di 300 parole,  anche se 500 e più sarebbe meglio

Usando il plugin Seo di Yost, potrai sicuramente ottenere una efficacissima ottimizzazione SEO ON PAGE che dal mio punto di vista resta assolutamente  fondamentale per beneficiare di un buon posizionamento sui motori di ricerca e un maggiore volume di traffico e conversioni.

Come dire, chi ben comincia è a metà dell’opera

Come ho ricordato prima, il plug in offre una serie di funzionalità estremamente avanzate che contribuiscono a massimizzare i risultati. Uno strumento davvero potentissimo ! Ricorda però che, come dico sempre, la SEO è un viaggio che dura nel tempo e che da sola non basta

 

Se hai bisogno di una consulenza gratuita, non esitare a contattarmi

Questo articolo è stato letto 103 volte

Shares

About Vincenzo Carrettiere

Vanto una ventennale esperienza come dirigente aziendale nel modo della consumer electronics, con un’ampia specializzazione in tutti gli aspetti di gestione commerciale, tecnici e organizzativi. Nel corso degli anni ho instaurato numerose relazioni professionali in ambito nazionale ed internazionale. Ho contribuito, a partire dalla fine degli anni 90, alla progettazione ed allo sviluppo di piattaforme E-Commerce B2B B2C , avviando una delle primissime e più significative attività di E-Commerce in Italia. Ho approfondito le tematiche del settore sviluppando le conoscenze in ambito Web Marketing & Seo. La passione, la curiosità e soprattutto la necessità di valutare le opportunità di sviluppo imprenditoriale, mi hanno spinto a seguire da vicino le evoluzioni del Web Marketing, maturando significative conoscenze ed esperienze relativamente allo sviluppo di strategie in ambito Social Media. Ho collaborato e collaboro, in qualità di consulente web marketing, con diverse aziende di primaria importanza.
I vantaggi SEO di WordPress

Tag:     

Un pensiero su “I vantaggi SEO di WordPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recommended
In un video di Semrush, spunti e riflessioni sul mondo…
Shares
Richiedi subito una consulenza GratisRichiedi