7 minuti

La strategia di posizionamento nei motori di ricerca

posizionamento organicoCreare un sito e trovarsi tra i primi risultati di Google è davvero il sogno di tutti! Possiamo ancora definirlo sogno o si tratta semplicemente di una utopia ? E quanto conta essere lassù ?

Che la rete rappresenti un potenziale enorme e un’opportunità ineguagliabile per il business, è un fatto ormai noto a tutti. Ma cosa si può fare concretamente per raggiungere le prime posizioni nei motori di ricerca, quali sono le tecniche più efficaci, quali sono gli strumenti che possono aiutarci e favorire lo sviluppo della visibilità ?

Facciamo una premessa: non esistono soluzioni miracolose

Prima di rispondere a queste domande, ritengo doveroso fare una premessa “etica ed essenziale”: non esistono soluzioni miracolose o peggio ancora trucchi più o meno credibili che  posizionino il tuo sito nei primi posti di Google. Quindi, non credere a nessuno ti offra garanzie in tal senso, a meno che non sia in grado di documentarti ciò che sta affermando. La scalata alle posizioni top è solo il risultato di una grandissima fatica , di lavoro costante e minuzioso, di tempo, di conoscenze specifiche, di volumi di traffico e di investimenti, ma non è scritto che si debba riuscire in ogni caso. A proposito di risultati, qui di seguito potrai visualizzare alcuni obiettivi raggiunti  su Google, per alcuni siti di cui mi sono occupato, relativamente all’attività SEO:

Parliamo di risultati

vendita elettrodomestici online In questo primo caso, il sito si posiziona al secondo posto , dopo aver occupato per lungo tempo anche la prima posizione, nella ricerca organica di Google,   per una keyword composta (vendita elettrodomestici online), che sviluppa oltre 800.000 risultati di ricerca. La stessa posizione è stata raggiunta da un’altra keyword composta ” Acquisto elettrodomestici on line” che sviluppa c/a 600.00 risultati di ricerca. Con il termine ” Elettrodomestici online” che restituisce c/a 4.000.000 nei risultati di ricerca, il sito si posiziona al 5° posto. Ci sono diverse altre keywords indicizzate nelle primissime posizioni, ma eviterò un elenco dettagliato. Lo scopo è solo quello di documentare un risultato particolarmente importante in un mercato fortissimamente competitivo.

 

scarpefirmatein quest’altro caso, la ricerca sulla keyword “scarpe firmate” che restituisce un valore di oltre 400.000 risultati , ci permette di vedere che il sito web , compare al terzo posto nei risultati di ricerca dopo essere stato  per lungo tempo in cima occupando stabilmente la prima posizione. Inutile dire che anche il settore delle scarpe, in particolare quello del prodotto griffato e di marca, è fortissimamente competitivo.
Nonostante la concorrenza,  il risultato raggiunto è positibo.

 

 

Prima di andare avanti, devo però darti un’altra notizia:  il traffico, non è tutto anzi, serve a poco o niente. No, non sto scherzando.
Si, perchè l’obiettivo vero, è quello di creare conversioni dalle visite, ovvero di monetizzare il traffico generato: se il traffico non genera conversioni resterà fine a se stesso rendendo vani gli sforzi profusi ed il tempo speso.

Allora, ti starai chiedendo qual’è il giusto approccio, cosa fare esattamente. Intanto credo che sia opportuno comprendere quali siano i fattori fondamentali del posizionamento organico.

I fattori fondamentali del posizionamento organico

  • Scelta delle parole chiave
  • Contenuti di qualità
  • Strategia

La scelta delle parole chiave, è da considerarsi un momento decisivo dell’intera attività di ottimizzazione. Ricorda che le strategie SEO, soprattutto quelle On-Page, hanno l’obiettivo di generare traffico e visibilità per quelle keywords che permettono di intercettare gli utenti interessati ad un determinato prodotto, servizio o un qualunque altro tipo di informazione, attraverso la pubblicazione di contenuti coerenti. La scelta delle keywords non è affatto una banalità, anzi può rilevarsi più complessa di quanto tu creda. esistono diversi strumenti che possono aiutarti in questa fase, alcuni dei quali assolutamente gratuiti. Primo fra tutti sicuramente Google Keyword Planner, lo Strumento di pianificazione delle parole chiave che ti consente di  costruire nuove campagne per la rete di ricerca o espandere quelle esistenti.

E’ possibile cercare idee per le parole chiave e i gruppi di annunci, ricavare statistiche storiche, visualizzare il potenziale rendimento di un elenco di parole chiave e persino creare un nuovo elenco di parole chiave mettendo insieme diversi elenchi. Lo Strumento di pianificazione delle parole chiave è una funzione gratuita di AdWords che ti può aiutare a individuare quali sono le offerte e i budget più competitivi da utilizzare con le tue campagne. Ricorda che le parole chiave alle quali hai pensato, non necessariamente sono quelle giuste per il tuo sito. E’ importante soffermarsi su termini di ricerca che intercettino le esigenze piuttosto che proporre soluzioni.

Google trendAltro strumento particolarmente utile, è senz’altro Google Trends, attraverso il quale è possibile verificare l’interesse di una determinata keyword e non solo. E’possibile, per esempio, una volta selezionato il Paese in cui effettuare la ricerca, visualizzare l’elenco delle regioni o addirittura delle città che hanno generato l’indice di ricerca più elevato. E’ possibile visualizzare un grafico di quella che è una proiezione dell’indice di interesse nel tempo di quella specifica ricerca o mettere a confronto più termini di ricerca .

Vengono infine proposte le ricerche correlate, ovvero termini di ricerca attinenti la nostra ricerca. Esistono numerosi altri tools, anche a pagamento, in grado di fornire un valido supporto a questa fase particolarmente importante ma, come detto, lo scopo non è quello di fare un corso pratico, bensì fornire indicazioni sui passaggi chiave. L’errore più frequente che si commette in questa fase, è quello di pensare a una o più keywords in maniera semplicistica, puntando magari a parole chiave “secche” tipo:”elettrodomestici” o “scarpe” senza avere le necessarie competenze per determinare se si tratti di scelte giuste, con la naturale conseguenza di non riuscire ad ottenere nessun tipo di risultato relativamente al posizionamento organico. Suggerisco, come sempre, di rivolgersi a consulenti e agenzie qualificate se non si dispone del necessario know-how.

  • I contenuti di qualità rappresentano un altro elemento di assoluta importanza perchè determinano la percezione con cui il pubblico e soprattutto i motori di ricerca, percepiscono il tuo sito web. Non mi soffermerò proponendo un elenco dei possibili contenuti, mi limiterò a ricordare che ognuno di essi assolve ad uno scopo ben preciso, una finalità diversa. Come ho ricordato prima il valore vero è rappresentato dalle conversioni, cioè dal processo che trasforma in cliente un utente. Sono le conversioni, non le visualizzazioni, ad essere vitali per il business, ed è per questo motivo che i contenuti (in qualunque formato rappresentati) devono essere creati per coinvolgere, intercettare l’interesse verso i prodotti / servizi , alimentare la fiducia intorno al brand , favorendo di conseguenza il processo d’acquisto. Bisogna creare contenuti che siano chiari, coerenti, persuasivi magari divertenti e soprattutto non invasivi, che tengano sempre conto degli interessi degli utenti. Questo permetterà di aumentare la cosiddetta Brand Reputation

 

  • Strategia. Che tu ci creda o no, la strategia è l’elemento fondamentale di tutto il processo.
    Ricorda che Il web marketing non è una cosa che ci si può inventare e che web reputation e visibilità non si ottengono dall’oggi al domani. Ricorda anche che il web marketing non è affatto gratis, non credere che siano sufficienti investimenti irrisori per poterlo sostenere: è una banalità da dimenticare in fretta. Nella quasi totalità dei casi i risultati sono proporzionati agli investimenti che si fanno e il compito di un professionista serio, è quello di ottimizzare tali investimenti.
    Si finisce sempre per parlare di SEO, di indicizzazione, di aspetti tecnici e tools che aiutano il sito ad essere performante, ma in realtà il concetto di visibilità si basa sempre su elementi individuali, mai generalizzati, che richiedono analisi e valutazioni precise. In particolare dobbiamo sempre tener presente alcuni aspetti essenziali:- Il sito web, non può essere statico
    – E’ necessario impegnarsi costantemente in attività di confronto e di ricerca
    – E’ opportuno fare una valutazione chiara di ciò che gli utenti ricercano in quello specifico settore
    – E’ fondamentale realizzare pagine semplici e dai contenuti chiari che rispondano al concetto “user friendly”

 

 Quali strumenti utilizzare per un checkup Seo del tuo sito web ?

Come ricorda Valentina Pacitti nel suo articolo,  i SEO check sono controlli fondamentali perché ti forniscono una fotografia della situazione del sito. Effettuando i test SEO puoi verificare se tutto sta funzionando correttamente, se gli spider di Google riescono ad entrare nel tuo sito senza problemi, se i motori di ricerca sono in grado di leggere la tua sitemap. Non solo: puoi verificare anche che l’esperienza di navigazione che offri ai tuoi utenti e potenziali clienti sia soddisfacente.

Leggi l’articolo di Valentina

seo tools

A proposito di Seo, un riferimento a parte va fatto, a mio giudizio, per WordPress, un cms “Seo oriented” di cui abbiamo parlato in questo articolo

Ricorda anche che una corretta strategia non mira esclusivamente a scalare le posizioni sui motori di ricerca in maniera asettica, ma, come ti ho già detto prima, ad ottenere un benefico tangibile in termini di risultati economici. Sintetizzando il concetto, possiamo affermare che per realizzare una strategia efficace, è necessaria una perfetta comprensione delle esigenze del cliente, un’analisi approfondita delle opportunità adottabili specificatamente e tanto, tanto impegno e dedizione al progetto

Ne sogno, ne utopia allora, il ranking è semplicemente un obiettivo su cui lavorare, ma non è, e non dovrà mai essere, lo scopo delle attività di web marketing

Se hai bisogno di una consulenza gratuita, non esitare a contattarmi

 

 posizionamento organico

 Scelta delle keywords

Contenuti di qualità
Strategia di marketing

Questo articolo è stato letto 85 volte

Shares

About Vincenzo Carrettiere

Vanto una ventennale esperienza come dirigente aziendale nel modo della consumer electronics, con un’ampia specializzazione in tutti gli aspetti di gestione commerciale, tecnici e organizzativi. Nel corso degli anni ho instaurato numerose relazioni professionali in ambito nazionale ed internazionale. Ho contribuito, a partire dalla fine degli anni 90, alla progettazione ed allo sviluppo di piattaforme E-Commerce B2B B2C , avviando una delle primissime e più significative attività di E-Commerce in Italia. Ho approfondito le tematiche del settore sviluppando le conoscenze in ambito Web Marketing & Seo. La passione, la curiosità e soprattutto la necessità di valutare le opportunità di sviluppo imprenditoriale, mi hanno spinto a seguire da vicino le evoluzioni del Web Marketing, maturando significative conoscenze ed esperienze relativamente allo sviluppo di strategie in ambito Social Media. Ho collaborato e collaboro, in qualità di consulente web marketing, con diverse aziende di primaria importanza.
La strategia di posizionamento nei motori di ricerca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recommended
Recommended
[caption id="attachment_801" align="aligncenter" width="589"] CrossPosting[/caption] Cross-posting è un termine inglese,…
Shares
Richiedi subito una consulenza GratisRichiedi