1 minuto

I social media vengono ampiamente impiegati dalle aziende di medio-grandi dimensioni ma, contrariamente a quanto sarebbe lecito attendersi, decisamente meno dalle piccole e medie imprese. Questo almeno, il dato pubblicato da Clutch relativo ad un’ indagine , riferita all’anno 2015. 

Clutch ha intervistato più di 350 proprietari di PMI per analizzare le strategie adottate nel corso del 2014-2015:
ecco i dati in sintesi

Quasi il 50% ha assegnato o assegnerà meno del 20% del budget in marketing digitale nel 2015.

  • 53% usa i social media
  • 45% usa la SEO
  • 25% usa l’advertising online

Per quanto attiene invece all’uso dei principali canali Social all’interno dell’azienda : Twitter, Facebook, LinkedIn, Pinterest, Instagram, Google+ i dati rilevati sono così riassunti

  • 53% ha iniziato a utilizzare i social nel 2014 o prima
  • 11% ha intenzione di impiegarli in futuro
  • 11% non li userà in futuro
  • Per il 25% è improbabile che l’uso dei social verrà adottato in azienda.

Sembra incredibile, ma la verità è che ancora non c’è una vera cultura dell’utilizzo dei social come veicolo promozionale. Resiste ancora l’idea bizzarra, che i Social siano  strumenti di diletto, di intrattenimento,  utili per scambiarsi le foto, trovare persone e condividere stati d’animo e situazioni. Si tratta di un errore gravissimo, una visione che impedisce ai piccoli imprenditori di credere davvero nell’opportunità che i Social Media  possono rappresentare in termini di visibilità, di coinvolgimento e del ritorno commerciale che possono portare alle aziende.

Relativamente agli investimenti (in tempo del personale interno o agenzia esterna ) ecco quali sono i dati

Tempo del personale interno

  • 38% intende aumentare l’investimento
  • 38% manterrà l’investimento dell’anno precedente
  • 16% diminuirà
  • 4% è ancora incerto
  • 4% non investe

Agenzia esterna

  • 12% intende aumentare l’investimento
  • 24% manterrà l’investimento dell’anno precedente
  • 30% diminuirà
  • 12% è ancora incerto
  • 22% non investe

L’agenzia o il consulente esterno rappresentano la soluzione migliore. Chi si occupa di comunicazione in maniera professionale, è in grado di individuare i canali giusti e di definire  strategia di comunicazione cucite sulle reali esigenze delle aziende dopo aver avuto cura di realizzare analisi preventive

Social Media adv

  • 30% intende aumentare l’investimento
  • 25% manterrà l’investimento dell’anno precedente
  • 21% diminuirà
  • 11% è ancora incerto
  • 13% non investe

Clutch Small Business Survey 2015

 

Questo articolo è stato letto 23 volte

Shares

About Vincenzo Carrettiere

Vanto una ventennale esperienza come dirigente aziendale nel modo della consumer electronics, con un’ampia specializzazione in tutti gli aspetti di gestione commerciale, tecnici e organizzativi.

Nel corso degli anni ho instaurato numerose relazioni professionali in ambito nazionale ed internazionale. Ho contribuito, a partire dalla fine degli anni 90, alla progettazione ed allo sviluppo di piattaforme E-Commerce B2B B2C , avviando una delle primissime e più significative attività di E-Commerce in Italia.

Ho approfondito le tematiche del settore sviluppando le conoscenze in ambito Web Marketing & Seo.

La passione, la curiosità e soprattutto la necessità di valutare le opportunità di sviluppo imprenditoriale, mi hanno spinto a seguire da vicino le evoluzioni del Web Marketing, maturando significative conoscenze ed esperienze relativamente allo sviluppo di strategie in ambito Social Media.
Ho collaborato e collaboro, in qualità di consulente web marketing, con diverse aziende di primaria importanza.

Pmi e Social Media Marketing: un rapporto ancora complicato

80026 casoria

» get directions on Google Maps

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recommended
Quando si parla di performance marketing esistono sostanzialmente tre diversi…
Shares
Richiedi subito una consulenza personalizzataRichiedi